Eduardo Ambrosio


Vai ai contenuti

Menu principale:


VOCABOLARIETTO

VARIE > GEMME DI SAGGEZZA

Vocabolarietto

L'agire corretto non deve rispondere al comando "mi piace, non mi piace" (quindi lo faccio), ma al comando "è giusto, non è giusto" (per cui l'accetto e lo faccio).

Il senso della vita non è legato a premi (Paradiso) o catighi (Inferno) ma al messaggio che si è stato in grado di trasmettere.

- La vita non è solo destra e sinistra (socio – politica) ma anche alto e basso (morale e fede).

-
Le rivoluzioni sono come fiumi in piena che inondano tutto, poi, se defluiscono o per il vecchio letto o per un nuovo corso, lasciano terreno fertile (limo) e ricchezza; se invece stagnano (paludi) portano malattie e zanzare (come ad esempio la rivoluzione culturale del ’68).

- L’esperienza è: - “la parola con cui i grandi coprono i propri errori” (slogan anni ’60)
- “Pettine per calvi”

- The schow must go on =
lo spettacolo deve continuare

- Yes, we can = si possiamo (Obama)

- Il pessimista è un ottimista che ha fatto esperienza

- Amo l’umanità ma odio le persone

- Ove compare la parola
manager scompare l'umanità.

-
Il CARBONE acceso brucia e spento tinge.

- Unico vero interlocutore di ogni uomo, a qualsiasi livello, è l’
opinione pubblica.


- Creativo: indovina nuovi usi per vecchie cose.

-
Elegante: attraversare una piazza piena di gente seza essere notato (Brummel).

- Tradizione: consenso attraverso il tempo che si libera del negativo e acquista il positivo.

-
Glocal = globalizzazione + locale (in storia contemporanea).

- Psiche = Anima = Vento (dal greco)

- Cognome = prescritto dal Concilio di Trento per ridurre i matrimoni consanguinei

- O.N.L.U.S. = organizzazione non lucrativa di utilità sociale

- Istituto
LUCE = La Unione Cinematografica Educativa

- Pontefice = getta ponti.

- Rivale = è sull’altra riva.

- Forestiero = esce dalla foresta.

-
Simbolo = manifestazione pratica dell'idea

-
Emblema = figura simbolica
Parola latina derivata dal greco, designava una "cosa inserita" in un'altra, cioè un'inserto - nel Medioevo rappresentava la complicata arte dell'allegoria, fatta di continui rinvii e allusioni, scambi e passaggi, interni a un universo caratterizzato da una continua circolazione di significati - oggi, dopo un lungo oblio per il forte razionalismo, si riscontrano nei tatuaggi cha caratterizzano folle di giovani istoriati di nuove misteriosa immagini simboliche.

-
MASCATA: SI DICE DI BRINA INVERNALE CON UN VELO BIANCO DI GIACCIO, COME UN DAMASCATO

-
La pittura è poesia muta, la poesia e pittura parlante (Simonide di Ceo e di Orazio)

-
Se la TV si quantifica in pollici, perché contano tanto gli indici?

- La
Bibbia è l'unico libro che si legge sempre in presenza dell'autore.

- La
storia non è una prigione, tocca a noi scrivere la nostra.

-
IL PARADISO è un luogo di musica, senza rumore, la nostra (musica) è solo nostalgia.

-
Vesuvio: la sua visione sterilizza il seme dei buoni.

- Ordini Religiosi: razionalità, domenicani - carità, francescani - operatività, benedettini

-
Fare il necessario, poi il possibile, accade l'impossibile (S. Francesco)

-
Se sento, dimentico \ se vedo, ricordo \ se faccio, imparo.

-
I filosofi (Hegel, Aristotele, ecc.), non avendo eserciti a disposizione, imprigionano il mondo in un sistema.

- "
Tutto quello che ho per difendermi è l'alfabeto: è quanto mi hanno dato al posto del fucile". (P. Roth)

-
Gli errori della filosofia sono sempre ridicoli, quelli della religione sono sempre pericolosi.

-
La democrazia è la peggiore forma di governo, ma non ne hanno inventata una migliore.

-
Illuminismo: l’uomo raggiunge la maggiore età.

- Le
citazioni (latine , greche, di personaggi famosi, ecc.) sono monete false fra soldi spicci.

- I
l bene, le ricchezze sono soddisfacenti solo se condivisi, no egoismo.

-
Felicità è non avere il meglio di ogni situazione (ricco), ma trarre il meglio da ogni situazione. (S. Teresa di Calcutta – S. Francesco)

- …è un dono per il credente trovare un mendicante alla propria porta. (proverbio islamico)


- EMINENZA GRIGIA deriva dalla nomina a VESCOVO (EMINENZA) che il cardinale RICHELIEU fece al suo consigliere preferito, che da francescano qual era indossava il saio GRIGIO

- Oracolo della Sibilla (sempre orale, mai scritto): Andrai ritornerai (,) non (,) morrai in guerra (una sola virgola due significati).

- Spesso chiudiamo gli occhi per vedere più bene le cose (proverbio inglese)

- cafone = chiamate quello con la fune (ad esempio per un trasloco o un lavoro pesante)


- Koinès, linguaggio comune dei popoli, che si sovrappone ai vari dialetti. La koiné è anche la lingua originale del Nuovo Testamento quale mezzo di diffusione del crisitianesimo e fu ufficialmente la seconda lingua dell'Impero Romano.
Significato di un carattere, una tendenza, uno stile comune a più artisti o a più paesi in uno stesso periodo di tempo.
Deriva dal greco
Koine (lingua comune), la quale permise, nonostante i tanti dialetti e ordini politici, di mantenere relazioni commerciali e diplomatiche e, verso la fine della civiltà della antica Grecia, era parlato in tutto il bacino del Mediterraneo.


- Esempi di lettura amboversi .
(uguale sia la lettura da sx a dx che quella da dx a sx:

ai lati d’Italia
i topi non avevano nipoti
mangio poco poi gnam



- Opera d'arte: un cristallo di memoria (o sapere o passione o essere) collettiva atemporale (=natura), l'artista (che non crea) lo capta e lo inserisce nel tempo rendendolo leggibile a molti.


- ICONA (in arte e in religione): finestra aperta sull'invisibile (attraverso la quale si guarda con profondità o risulta murata).


- NATURA = Puzzle intelligente che ha bisogno delle nostre domande per essere ricostruito.

- Le 12 “P”: Prima pensa/o poi parla/o perché parole poco pensate possono produrre parecchie pirlate/puttanate.

- Il caffè con 10 "c": caspita come coce comodo corretto concentrato con certa celerità continuamente.

- Soli si perde
Questa è la storia di 4 persone chiamate OGNUNO, QUALCUNO , CHIUNQUE e NESSUNO.
C'era un importante lavoro da fare e OGNUNO era sicuro che QUALCUNO lo avrebbe fatto! CHIUNQUE avrebbe potuto farlo ma NESSUNO lo fece. QUALCUNO si arrabbiò perché era il compito di OGNUNO.
OGNUNO pensò che CHIUNQUE poteva farlo ma NESSUNO si rese conto che OGNUNO non l'avrebbe fatto.
Andò a finire che
OGNUNO incolpò QUALCUNO quando NESSUNO fece ciò che CHIUNQUE avrebbe potuto fare.

- Ogni cittadino può segnalare troppo rumore, schiamazzi, cattivi odori, ecc. provocati da privati per gli Articoli 155, 156 e, soprattutto, il 659 del codice penale, pretendendo l'adozione degli accorgimenti necessari a eliminare le emissioni sonore nonché quelle maleodoranti.

-- Gli stupidi sono quelli che ogni giorno cambiano parere e quelli che non lo cambiano mai.

-
Nell'ambito dei giochi di ruolo, il background (sfondo) è un testo che descrive la storia, la psicologia, la personalità e i comportamenti tipici di un personaggio.

- I professori insegnano ciò che sanno, i maestri ricercano con gli altri.

-
Saracinesca: viene dalla denominazione della Porta Greca di Palermo, la quale, per difendere la città dalle incursione saracene, era diversa dalle altre: tante travi di legno venivano fatte scorrere in due scanalature laterali, in tal modo, appena gli assalitori riuscivano a demolirne una, subito ne veniva inserita una nuova dall'alto. Insomma il sistema delle doghe in lamiera delle moderne chiusure, appunto saracinesche.

- Barricata: nella rivolta del maggio 1588, allorché Enrico III di Francia lasciava Parigi, dopo che Enrico I Guisa era entrato nella citta, studenti e professori della Sorbona si ribellarono e con piccoli barili ostruirono le strade di Parigi.

Democrazia = vita da dèi.

8.9.1943 era un mercoledì

Stupidità = avere una risposta per ogni cosa.
Saggezza = avere una domanda per ogni cosa.

Distratto attento, sognatore sveglio

T.U.S.S. = Tassa Umana Sulla Stupidità

TAUTOLOGIA: descrivere quello che tutti vedono

OLODOMO (letteralmente = morire di fame):1933-34 In Ucraina Stalin, per piegare i benestanti contadini alla collettivizzazione, privò le famiglie anche delle più piccole quantità di grano; risultato: 10 milioni di morti.

Nel
calendario giapponese il 1940 corrisponde al 2600

Vecchio = giovane onorario.




Torna ai contenuti | Torna al menu