Eduardo Ambrosio


Vai ai contenuti

Menu principale:


AFORISMI IN PROSA

VARIE > GEMME DI SAGGEZZA

UN VIAGGIO TRA AFORISMI E CURIOSITA'



In una bella giornata di un tiepido sole primaverile forte delle mie convinzioni che l 'arte suprema dell'insegnante è risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza e che la filosofia è una macchina capace di inventare un mondo possibile al di là di quello reale, spronato da Ignazio Buttitta, che proclama: "Non ti stancare di strappare spine, di seminare all'acqua e al vento, la STORIA non miete a giugno,non vendemmia a ottobre, ha una sola stagione il tempo" - completato con - e ... non si ripete, si rivive - mi convinco sempre di più che mi devo adoperare per realizzare l'esortazione "speriamo che la morte ci (o vi, o li, o lo, o mi) trovi vivi".
Innanzitutto bisogna tenere presente che - i giovani (o i figli) non sono vasi da riempire ma fiaccole da accendere, e siccome: - fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce -, e "la felicità non è fare tutto ciò che si vuole, ma volere tutto ciò che si fa" (Nietzsche). Da ciò si deve andare verso convincimenti come: - lo statista pensa alle nuove generazioni, il politico alle nuove elezioni (De Gasperi) - uomo di sinistra è chi dà maggiore importanza a ciò che gli uomini hanno in comune, uomo di destra è chi pregia maggiormente ciò che li distingue (Bobbio); - Democrazia è partecipazione e non si basa solo sulla maggioranza, ma viene dal consenso e dissenso (Pericle). Spesso non siamo riusciti a capire il nostro simile (uomo ormai abitante del villaggio e cittadino del mondo).
.

Dato che: - Io e te siamo una cosa sola, non posso farti del male senza ferirmi (Ghandi). - A cinema la proiezione è dietro di noi, con la TV è davanti a noi (per cui molto più potente e influenzante). - Meglio EX (ecs) che X (ics). - Si ha Rabbia per come vanno le cose. Coraggio per come dovrebbero andare (S. Agostino). - La terra non possiamo possederla, le apparteniamo (Benigni'). - Questo è il legno e con esso dobbiamo fare i mobili. - Se io dò un euro a te e tu dai un euro a me, avremo entrambi sempre un euro. - La vita non è solo destra e sinistra (socio - politica) ma anche alto e basso (morale e fede) - Uomo dissolto nell'orizzontalità perché ha perso la verticalità (esempio i gigli di Nola), riconosco che: - il pessimismo della ragione e ottimismo della volontà. (Gramsci); - il sonno della ragione genera mostri. (Goya); - quando l'uomo ha ottenuto tutto nella sua vita inevitabilmente comincia a provare invidia di ciò che non gli è mai mancato (Pasquale Ambrosio); - la vita è come un libro, chi non viaggia (anche con la mente o virtualmente) ne legge una sola pagina; e siccome:- la vecchiaia è la cosa più imprevista di tutte (Seneca); - dalla vita non se ne esce vivi; - si è vecchi quando ci si alza la mattina e non si ha nulla da fare; da novello pensionato mi convinco che: - gli esami sono necessari per la conoscenza come lo sono le gare per lo sport. Ambedue gratificano, ufficializzano, rendono stabili le cose.
Alle volte: -
per essere buoni angeli trascuriamo di essere buoni uomini; del resto: - il vasaio usa la stessa argilla, di cui è padrone, sia per il vaso nobile sia per quello usuale. (Bibbia); sicuro che: - al popolo toglietegli tutto ma non toglietegli la lingua perché gli strappate l'anima (Buttitta), il mio amico Gaetano afferma che: - chi dice che ha capito e non fa niente non ha capito niente. Ancora: - Il bello è solo l'inizio del tremendo!; - non è quello che entra (cibo) ma quello che esce (parole) dalla bocca che contamina l'uomo; - meglio accendere una candela che maledire l'oscurità; - non esiste notte tanto lunga da impedire al sole di sorgere; - notte spostata più in là; - in certi paradisi i bambini vedono l'inferno (turismo erotico); - facile essere uomo, difficile è essere un uomo; - tutti si preoccupano di avere un vero amico, pochi di esserlo; - ci si impegna sempre a trovare un amico, mai ad esserlo; - l'amico non asciuga lacrime, le impedisce; - facili profeti senza essere profeti; - l'inevitabile non accade mai - l'inatteso accade sempre; - facile parlare difficile, difficile parlare facile (Copernico).

Dalla mia formazione che si basa su: - l'agire corretto non deve rispondere al comando "mi piace, non mi piace" (quindi lo faccio), ma al comando "è giusto, non è giusto" (per cui l'accetto e lo faccio), recupero: - chi si esprime si salva; - la verità è isolata. (proverbio arabo); - Dove non c'è sapere, non c'è possibilità d'intervento; - non tutto ciò che può essere contato conta, ma tutto ciò che conta può essere contato. (A. Einstein); - le cose peggiori son sempre fatte con le migliori intenzioni;- ciò che vediamo e tocchiamo appartiene ad un unico mondo di molti; - tutte le cose nuove si costruiscono con parole antiche; - recuperare la saggezza annullata nel tempo della conoscenza. (Saggezza Occidentale - Th. Eliot); - lo slogan è fascista di natura (s'impone); - il sapiente è antistorico (non si evolve); - chi troppo pensa poco fa'- chi poco pensa molto erra (L. Da Vinci); - canta che ti fai canonico! -chi meno fa più giudica; - la paralisi da troppa analisi; - so che è meglio sapere; - buoni a nulla, capaci di tutto; - i mediocri seguono i modelli; - il dovere della speranza.
Dopo questa doccia di saggezza mi oriento verso idee come: -
ciò che dai è tuo per sempre, ciò che tieni è perduto per sempre (Corano); - se tu ti fossi conosciuto, se tu mi avessi conosciuto, non mi avresti ucciso (Ruanda); - "amate questa … (chiesa, scuola, casa, patria) / state in questa … / siate questa … (S.Agostino); - ciò che più importa è che il popolo, gli uomini tutti perdano gli istinti e le abitudini pecorili che la millenaria schiavitù ha loro ispirato ed apprendano a pensare ed agire liberamente (Gli Anarchici).

Siccome: - le rivoluzioni sono come fiumi in piena che inondano tutto, poi, se defluiscono o per il vecchio letto o per un nuovo corso, lasciano terreno fertile (limo) e ricchezza; se invece stagnano (paludi) portano malattie e zanzare (come ad esempio la rivoluzione culturale del '68 dove: - l'esperienza è: - "la parola con cui i grandi coprono i propri errori" o "Pettine per calvi")
Sono sicuro che: -
si può ingannare tutti una sola volta, si può ingannare uno più volte, ma non si può ingannare tutti più volte; - i soli uomini veramente felici sono coloro che cercano il modo di servire e di essere utili agli altri; - i soldi sono come il letame, se lo spargete in giro fa bene. Se ne fate un mucchio in un posto solo, puzza (Francis Bacon); - possiamo portare il cavallo alla fonte, ma non possiamo costringerlo a bere.
Ed è bene: ascoltare il rumore dell'erba che cresce, perché: - le belle idee, come una pregiata cristalleria solo da esposizione, non le uso ma me le godo; - chi paga il trombettiere, decide la musica. (proverbio inglese); - molto spesso, con il cambiare del governo, per i più poveri, cambia solo il nome del padrone; - a pensar male si pecca, ma ci si indovina sempre (Pio XI); - ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero (Oscar Wilde); - parlare di niente perché è l'unica cosa di cui si sa tutto (O. Wilde); - differenza tra giornalismo e letteratura: Il giornalismo è illeggibile e la letteratura non viene letta (O. Wilde); - dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori (Fabrizio De André); - si danno buoni consigli, quando non si possono dare più cattivi esempi (Fabrizio De André); - l'amore danza nella freschezza dell'ignoto (proverbio orientale).
Con le grandi saggezze: - piantate un palo adorno di fiori in mezzo ad una piazza. Riunitevi intorno il popolo ed avrete una festa. Ancor meglio: offrite agli spettatori uno spettacolo, fateli attori essi stessi, fate che ciascuno si veda e si ami negli altri, affinché tutti siano più uniti (J. J. Rousseau); - ci sono uomini che lottano per un giorno e sono bravi. Ci sono altri che lottano un anno, e sono più bravi. Ci sono quelli che lottano molti anni, e sono ancora più bravi. Però ci sono quelli, che lottano tutta la vita, essi sono gli imprescindibili (Bertolt Brecht / 1898-1956); - solo dopo che avrai sradicato l'ultimo albero, solo dopo che avrai prosciugato l'ultimo fiume, ti accorgerai che il danaro non si mangia (anonimo pellerossa); - sei stato ancora onesto, sincero e scrupoloso, oppure ti sei lasciato piegare dall'assurda tranquillità di chi crede di aver già detto tutto? Cavalcali bene questi tuoi anni, dammi retta! (Renato Zero).

Ancora mi insegnano: - i consigli si chiedono non si danno; - il primo passo è a scelta, il secondo è obbligato; - la morte è la vera organizzatrice della vita (Svevo); - nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso (Eleanor Roosevelt); - il senso della vita non è legato a premi (Paradiso) o castighi (Inferno) ma al messaggio che si è stato in grado di trasmettere.


Per affrontare il viaggio mi sono fornito di questo vocabolarietto (cliccare per i testi) apposito di termini e slogan.

Vista la varietà del viaggio mi sono fornito di:
- un corposo specifico femminile (cliccare per i testi)),
-
di uno specifico napoletano (cliccare per i testi).


Pertanto sono stato abbagliato da:

NAPOLI
Una città aperta al futuro ma prigioniera del proprio passato TRA STORIA,TRADIZIONE, RELIGIONE E SUPERSTIZIONE
(cliccare per i testi)




Aggiunte dal 2014__________________________________
sistemazione provvisoria

È scoppiata la TERZIGNITE!

Non aumenti continui di stipendi o pensioni ma sviluppare servizi per assistere e creare lavoro.

Non salire sul carro, ma spingerlo!

Non migliorando la candela che fu inventata la lampadina (pensare un altro livello).

I confini non sono quelli fisici o geografici ma, come le idee, dei problemi, che , se affrontati in loco anche se lontano (ad esempio la missione di pace in Iraq), evitiamo di trovarceli in casa!

NON CONTA QUELLO CHE SEI, MA QUELLO CHE SAI!

Due persone che non mangiano fanno la stessa cosa: però uno non ha niente da mangiare e l'altro fa la dieta. Il primo non può scegliere altro (povertà e recessione), il secondo è libero di scegliere se mangiare o no (libertà e sviluppo)

A COSA SERVE AVERE LE MANI PULITE, SE POI SI TENGONO IN TASCA! BISOGNA CORRETTAMENTE SPORCARSI!

Chi non lotta ha già perso, chi lotta può perdere!

CORRETTAMENTE DOBBIAMO AVERE IL FUTURO ALLE SPALLE E IL PASSATO DAVANTI, COME I CANOISTI

Alla domanda: "cosa hai mangiato".
Sai, quello che al "cosa prende?" del barman, risponde: "se quello che ho preso prima era thè, allora voglio un caffè, se era caffè voglio un thè".

I pesci si orientano tutti nella stessa direzione per sfondare la rete (= la catena platonica dell'ignoranza!)

La filosofia non è una disciplina ma un'intensità che, al pari della politica, di colpo può percorrere qualsiasi campo: logico, etico, religioso, teologico, politico, ecc.

Benedetti coloro che non hanno nulla da dire e non si lasciano convincere a dire qualunque cosa

Stai zitto o dici qualcosa migliore del silenzio!

La tecnica (esclusivamente protesi dell'umano - solo una perversione senza scopo: inautentica), essendo legata al determinismo, risolve solo il problema tecnico con precise (matematiche) coordinate, non quello fantastico, vario, creativo, trascendente (pensiero = trascendenza), onorico, ecc. che è il vero problema umano. Purtroppo il sistema tecnico ingloba quello sociale.

Internet, il mercato e la religione stanno costruendo una società pot-umana.

La storiografia racconta ciò che è , la narrativa ciò che può accadere.

11 settembre (crollo delle torri), crollo dell'economia, crollo del modo umano nel regno del virtuale. L'uomo sta morendo?

I popoli, le comunità che non hanno STORIA, si attaccano molto di più ai simboli di appartenenza (gli USA alla bandiera, gli appartenenti - i cosiddetti nobili, arricchiti, ecc, vuoti dentro) a circoli esclusivi come Lyons, Rotary, ecc.

A un bambino fu regalato un cavallo e tutti a dire che fortuna:
Il saggio CINESE: - vedremo …
Il bambino cadde dal cavallo e si ruppe una gamba e tutti a dire che sfortuna:

Il saggio CINESE: - vedremo …
Scoppiò la guerra e il giovane non fu chiamato in guerra e tutti a dire che fortuna

Il saggio CINESE: - vedremo …

La fortuna è cieca per cui possiamo solo avvicinarla per farci toccare.

Guarda bene tutti i tuoi e noterai che sono tutti diversi tra loro, questa differenza è una bella cosa, una buona occasione dell'umanità.
Questi scolari vengono da orizzonti diversi, sono capaci di darti cose che non hai, come tu puoi dar loro cose che non hanno.
Il miscuglio (o meticciato) è un arricchimento reciproco"
.

"Prima di tutto vennero a prendere egli zingari e fui contento perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perché non ero comunista.
Un giorno venero a prendere me e non c'era rimasto nessuno a protestare
" (Bertold Brecht).

I cittadini che temono tacciono. Le idee sono un bene pubblico senza
idee muore la politica, che scade in pura gestione tecnica del potere.

Un giorno un ricco consegnò un cesto di spazzatura ad un povero, questi gli sorrise e se ne andò con il cesto, lo svuotò e lo lavò, e poi lo riempì di fiori bellissimi, ritornò da ricco e glielo diede, il ricco si stupì e gli disse: "Perché mi hai dato fiori bellissimi se io ti ho dato spazzatura?". E il povero disse: "Ogni persona dà ciò che ha nel cuore".


Fellini si autodefiniva:
un artigiano che non ha nulla da dire, ma sa come dirlo.






Torna ai contenuti | Torna al menu